Bravo JohnsonThe Crooked And The Straight

Bravo Johnson - The Crooked And The Straight

Stone Junction
Pubblicato il 27/04/2008 da divine
Bravo Johnson - The Crooked And The Straight
Ci sono doppi cd che necessitano pił ascolti per essere assorbiti, addirittura giorni per comprenderne almeno in gran parte le sfaccettature. Altri invece scivolano via facilmente come se le canzoni potessero essere in numero infinito senza avvertirne il peso. "The Crooked And The Straight" č il secondo lavoro in studio dei Bravo Johnson combo californiano che ruota per lo pił attorno alle figure di Rick Amurrio, Hendrik Roever e Inaki Garcia. Il primo viene definito nella biografia come un figlio bastardo di Ronnie Van Zandt innamorato dei Blue Ash e dei primi anni settanta di Neil Young. Il secondo tra chitarre, dobro, banjo e steel ritaglia nell"aria canzoni che potrebbero uscire da un disco dei Kings Of Leon ma anche del povero Elliott Smith. Il terzo percuote le pelli a volte scanzonato come alcuni testi della band altre pił deciso e chirurgico a spezzare i tempi tra una ritornello e l"altro. Tra vecchio testamento, Louis Bunuel, dive del porno anni trenta e scheletri in divisa "The Crooked And The Straigh" svela gioielli intimi quali "Sacrifice Yourself", "Lush", "You"re Still Standing Steel" per il primo cd e "Lone Star", "Jesus Out To Sea" e "Mountain Man" per il secondo. Da sentire in macchina e innamorarsene.

Tracks

Disc 1

1. King of the World
2. Sacrifice Yourself
3. Are You Dreaming?
4. Aimlessly Drifting
5. Hot Wheels
6. Lush
7. Ace in the Hole
8. JJ Joe
9. Loveblind
10. River Run
11. Ship of Fools
12. You"re Still Standing There

Disc 2

1. Cahoots
2. Clouds/With The Band
3. Waltz of More and More
4. Monday Morning
5. Hobo
6. Lone Star
7. Mean Highway
8. Ishmael
9. Easy Chain
10. Changes
11. House up the River
12. Jesus Out To Sea
13. Losing My Mind
14. Mountain Man
15. Pictures Falling
Bravo Johnson
Bravo Johnson
From: USA

Discografia

Aimlessly Drifting (2006)
The Crooked And The Straight (2008)


comments powered by Disqus