BeehatchBeehatch

Beehatch - Beehatch

Lens Records
Pubblicato il 15/04/2008 da Roberto Michieletto
Beehatch - Beehatch
Beehatch nasce quale diramazione diretta dell?esperienza importante che portava il nome di Download; stiamo parlando della formazione messa in piedi da cEvin Key di Skinny Puppy subito dopo la fine (poi temporanea) della creatura madre, all?interno della quale militarono sia Mark Spybye (Dead Voices On Air, Reformed Faction e soprattutto ex Zoviet France) e Phil Western. I due, dopo una decina di anni in cui avevano separato le proprie strade musicali, hanno deciso di provare a comporre qualcosa insieme pur se a distanza, uno collocandosi in Inghilterra e l?altro in quel di Los Angeles. Il risultato dello scambio di file è diventato un gruppo vero e proprio e un disco omonimo. Il desiderio di plasmare materia sonora elettronica di Spybye e Western è rimasto immutato nel tempo e lo si evince con nitidezza ascoltando le quattordici tracce di cui si compone ?Beehatch?. Così com?è pienamente evidente la propensione dei due a fornire una lettura mutevole e etichettabile come ?sperimentale accessibile?. Ci si ritrova immersi in un mare di suoni digitali, saltuariamente organici, che si avvalgono sia di escursioni ambientali ombrose che di ritmiche spezzate e contesti metropolitani, di atmosfere che potrebbero evocare gli Orb o scenari orientali, rimandi a certe cose dei Download e profondità dub e così via con un?intelligente alternanza e una proficua molteplicità creativa. Positivi.

Tracks

1. First Song
2. Facing up to the Facts
3. Tis
4. God is so Good, God is so Dub
5. Warm and Fuzzy
6. Something too
7. Kurt Said to me
8. I think Im Chinese
9. Sad for Mark
10. Phils Zombie Party
11. On Crested Isles
12. You say Wanna Go
13. I see your light dying
14. To be Present

Beehatch
Beehatch
From: USA

Discografia

Beehatch (2008)


comments powered by Disqus