BeehatchBrood

Beehatch - Brood

Lens Records
Pubblicato il 15/03/2009 da Roberto Michieletto
Beehatch - Brood
Ho letto una splendida definizione a riguardo della musica di Beehatch, e ve la riporto perch rende al meglio quello che i suoni creati da Mark Spybey e Phil Western sono in grado di veicolare: unusual soundscape. E il fatto che le scenografie sonore siano inusuali da intendersi come il saper disegnare trame musicali che stanno ?stranamente bene? insieme. Certo, il comune passato del duo nei Download di cEvin Key di Skinny Puppy significativo, al pari delle molteplici esperienze di Spybey, da Zoviet*France a Dead Voices On Air, e senza trascurare le collaborazioni con Jarboe, James Plotkin, Mick Harris, Genesis P. Orridge, ecc., ma qui i due si muovono in un contesto pi umano, tra lo psichedelico (pur se prettamente elettronico) e il fantastico, innestando molteplici suoni gli uni sugli altri e gli uni in sostituzione degli altri. Tessiture organiche dove la definizione e il dettaglio di ciascun tassello sono perfetti (al pari della produzione), con echi di culture lontane che incontrano sporadiche forme techno minimali, kraut rock digitale in prospettiva free al servizio di un qualcosa che potrebbe portarci a parlare di Legendary Pink Dots e sperimentazioni sui suoni e sulle strutture con un sentire melodico, etereo e magico. Un approccio ritmico e di programmazione complesso, ma sempre focalizzato e atto a creare un mondo singolare, popolato di ipnotiche favole surreali. Molto bello.

Tracks

01 Edison Medicine
02 I Forgot To Mention
03 On Ideal Wings
04 Du Du Horn
05 You Read Me
06 Which One's Pink?
07 In Silence, Too Silent08 Softly Said
09 Turkische Hasa
10 Ostalgie 11 Breaking Shit For Mark
Beehatch
Beehatch
From: USA

Discografia

Beehatch (2008)


comments powered by Disqus