Blut Aus Nord777 - The Desanctification

Blut Aus Nord - 777 - The Desanctification

Debemur Morti Productions
Pubblicato il 12/12/2011 da divine
Blut Aus Nord - 777 - The Desanctification
Nel decimo libro della Repubblica di Platone si suggeriva di non bere l'acqua che induce l'oblio e fare tesoro del proprio passato per conseguire un superiore livello di saggezza. Accanto al Lete scorre il fiume del ricordo e non servono riferimenti al Faust di Goethe, ai poemi di Baudelaire o alla magnifica galleria intarsiata dei Dark Tranquillity per riportare alla memoria la profondità intellettuale della metamorfosi dei francesi. Il sapore degli anni trascorsi al buio è rimasto sulle labbra di un gruppo che ha fatto della sperimentazione uno stimolo primordiale per non adagiarsi su quanto proposto dalla scena norvegese e le influenze che corredavano l'opera originaria della presente trilogia si ritrovano disposte in ambientazioni ancora più atmosferiche e legate alla metamorfosi compiuta dalla Natura. Dovremo arrenderci al cospetto del Dio più grande di tutti, la sua vendetta sarà atroce e scordatevi di trovare posto al paradiso o al purgatorio. In tale prospettiva di dannazione il black metal dei Blut Aus Nord rappresenta una consolazione per l'anima ma il consiglio è quello di non fidarvi troppo delle concessioni melodiche di 'The Desanctification'. La psichedelia malata delle epitomi in questione si rivolge a Swans e Jesu come nomi tutelari per affrontare un ulteriore processo di mutazione a dispetto di chi ha compiuto il passo inverso irrigendo le proprie coordinate sonore. L'universo attraversato dalle prime tracce si rivela meno luminoso del previsto e il gruppo si affretta a smembrare l'accecante splendore di 'Sect(s)' producendo una cortina di fumo che pare spezzare il legame con il disco precedente. Più avanti le chitarre ritagliano contorni dilatabili, la commistione di stili diviene determinante e il messaggio filosofico che ne deriva si riallaccia con quanto professato in seguito a 'What Once Was... Liber I' e alla ristampa di 'The Mystical Beast Of Rebellion'. Il processo di desantificazione è in atto, i misteri verranno rivelati e l'angoscia persuaderà l'ascoltatore che non ci sono altre possibilità di uscita. Il Lete in piena, un album ipnotico e travolgente che segnerà un'altra svolta in ambito estremo e ci ricondurrà lentamente alla frantumazione meccanica degli ideali che pensavamo di avere fissato per sempre nel nostro organismo. Siamo deboli e 'Epitome X' – per chi scrive quanto di più affascinante il black metal ha prodotto negli ultimi anni – ce lo rammenta, con una gelida mano che ci accarezza il volto e un'ecatombe che si profila all'orizzonte.

Tracks

1.Epitome VII
2.Epitome VIII
3.Epitome IX
4.Epitome X
5.Epitome XI
6.Epitome XII
7.Epitome XIII
Blut Aus Nord
Blut Aus Nord
From: Francia

Discografia

Ultima Thulée (1995)
Memoria Vetusta I – Fathers of the Icy Age (1996)
The Mystical Beast of Rebellion (2001)
The Work Which Transforms God (2003)
MoRT (23 October 2006)
Odinist: The Destruction of Reason by Illumination (2007)
Memoria Vetusta II – Dialogue with the Stars (2009)
777 – Sect(s) (2011)
777 – The Desanctification (2011)
777 - Cosmosophy (2012)


comments powered by Disqus