Buzzov?en - Sore

Year: 2010
Label: Metal Mind
Distro: Roadrunner Reco...
Tracks:
1 Sore
2 Unwilling To Explain
3 Hollow
4 Done
5 I Don"t Like You
6 Broken
7 Pathetic
8 Should I
9 Behaved
10 Blinded
11 Grit
12 This Is Not...
Sarebbe sufficiente citare i titoli di alcuni brani come ?I Don?t Like You?, ?Broken? o ?Pathetic?. Forse basterebbe farvi ascoltare l?urlo maledetto e depravato di Kirk in ?Unwilling To Explain?, un ?I hate? che esplode con una tale rabbia maniacale da lasciare attoniti. Tutto ciò serve a farvi capire come Buzzov-en abbiano sempre fatto tremendamente sul serio; non c?era finzione, nessuno recitava una parte e tutto ciò (testi, sample o note) che veniva vomitato addosso al mondo intero fuoriusciva dalle viscere e dalla reale devastazione quotidiana e personale e produceva un concentrato unico di marciume sonoro, come solo gli EyeHateGod sono stati in grado di fare nella storia dello sludge. E sì, perché i Buzzov-en hanno scritto e definito le regole autentiche di un qualcosa che trascende il genere e che magari oggi si è diffuso in maniera più estesa (non troppo, ovviamente), che può vantare un numero superiore di adepti, che ha contaminato altre forme musicali, che è stato inglobato da alcune band nel corso di processi evolutivi o che ha usufruito del traino esercitato dal drone, ma è bene ricordare che quando questi signori nacquero, venti anni or sono, nel North Carolina, il contesto era molto più underground e in ambito metallico non vi era death, black o grind che potesse reggere il confronto, in quanto a estremità, con tale sound. In mezzo a una discografia incontrollata, i Buzzov-en esordirono sulla lunga distanza con ?To A Frown?, nel 1993. Troppo oltre per non venire notati da quella che - allora - era sicuramente la miglior etichetta in circolazione, la Roadrunner Records. Il frutto di tale unione fu ?Sore?, disco (prodotto con il supporto di sua maestà Billy Anderson) che viene adesso opportunamente ristampato dalla polacca Metal Mind, in 2000 copie e con l?aggiunta di un secondo cd contenente quattro tracce addizionali. Il riflesso di esistenze volutamente al limite, portate oltre la tolleranza, la sofferenza sperimentata in prima persona, il dolore come catarsi del dolore stesso e la coltre di pece che sotterra una vita grama non possono far altro che procreare i dodici brani di ?Sore?. Al resto ci pensarono quattro musicisti in grado di trasformare tutto ciò in colate laviche di sonorità che ti trucidano con accelerazioni di derivazione hardcore lasciate marcire o ti torturano con interminabili e striscianti loop di lentezza spettrale fattasi suono. Muri di feedback, riff immortali (ascoltate ?This Is Not...? se non mi credete), ritmiche di basso e batteria che veicolano dolore, angoscia e paura e una voce demoniaca concorrono alla modellazione di un?entità sporca, miserabile, brutale, oscura, depressiva, allucinante, distruttiva e violenta. Come se la vita annegasse nel peggior film horror che possiate immaginare. Definitivi!

A cura di Roberto Michieletto @ 02/11/2010
 
Buzzov?en
From: USA
Site: www.myspace.com/buzzovenofficial

Discografia:
To a Frown (1993)
Sore (1994)
...At a Loss (1998)

Reviews:




Commenta anche tu l'articolo
Loggati per inserire un commento Login



Dagheisha.com 2011 versione 1.5 - To view mobile version Click Here.